BTCSentinel.com
di
06/10/2022, 08:59:00

Secondo i dati forniti dal CEO di CryptoQuant Ki Young Ju, l'accumulo di Bitcoin (BTC) ha raggiunto il livello più alto degli ultimi sette anni.

Le vecchie monete ora rappresentano un enorme 74% della market cap realizzata: la capitalizzazione di mercato realizzata valuta ogni moneta attualmente in circolazione rispetto al prezzo a cui quella moneta è stata trasferita per l'ultima volta.

Ciò significa essenzialmente che i bitcoins rimasti fermi per oltre sei mesi ora rappresentano la parte del più importante della capitalizzazione di mercato.

Cosa significa per Bitcoin?

Un livello di accumulo così alto dovrebbe essere una buona notizia per i rialzisti della criptovaluta più importante del mercato crypto. Come notato da Ju, infatti, la quota di vecchie monete ha raggiunto il picco del 77% durante il mercato ribassista del 2015 e il picco del 70% nella parte inferiore del precedente mercato ribassista registrato nel 2019. Questo potrebbe indicare che oggi siamo al bottom del bear market del 2022.

Altri dati on-chain suggeriscono che gli investitori sono ancora intenti ad accumulare sat (satoshi, frazioni di Bitcoin) nonostante la situazione avversa di mercati ed economia.

Leggi anche: "Market Cap e inflazione: ecco come funziona nel mondo cripto"

L'indicatore Puell Multiple: cos'è e cosa indica

L'indicatore Puell Multiple, un indicatore che esplora i cicli di mercato dal punto di vista delle entrate dei miners, continua a mostrare letture basse, il che significa che la criptovaluta più grande è attualmente sottovalutata.

Spesso ci si riferisce ai miner Bitcoin come venditori obbligati a causa della loro necessità di coprire i costi fissi dell'hardware di mining in un mercato in cui il prezzo è estremamente volatile. Le entrate che generano possono quindi influenzare il prezzo nel tempo.

Il Puell Multiple è calcolato dividendo il valore di emissione giornaliero dei bitcoin (in USD) per la media mobile a 365 giorni del valore di emissione giornaliero.

Conclusioni

Storicamente, le migliori opportunità di acquisto sono arrivate durante periodi in cui la redditività dei miners di criptovalute era relativamente modesta.

Tuttavia, va notato che la storia potrebbe non ripetersi questa volta poiché Bitcoin (BTC) ha beneficiato di tassi di interesse bassi per tutta la sua esistenza e, inoltre, durante questo anno è stata colpita dalla politica monetaria aggressiva della Fed.

DISCLAIMER
Le informazioni del Sito non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio e non sono volte a promuovere alcuna forma di investimento o commercio, né a promuovere o collocare strumenti finanziari o servizi di investimento o prodotti/servizi bancari/finanziari.

Top & Flop

segnali crypto

I migliori guadagni e le peggiori perdite dell'ultima ora

NCT
7,34%
1,38%
0,91%
0,89%
0,85%
INV
-4,70%
-4,16%
PRO
-4,07%
FET
-3,62%
LPT
-3,58%

Leggi anche

Bitfinex: Bitcoin potrebbe superare i 150.000 dollari dopo l'halving
Bitcoin: l'inizio settimana top e la crescita pre-halving
ETF Bitcoin: deflussi record da Grayscale

ETF Bitcoin: deflussi record da Grayscale

Bitcoin: deflussi record dall'ETF Grayscale e prospettive di mercato. Ecco cosa è successo.

leggi

Come usare BTCSentinel: esplora le sue funzionalità - Parte 1
4 mesi senza paura nel mercato cripto: ecco i dati

4 mesi senza paura nel mercato cripto: ecco i dati

Il Fear and Greed Index ha mostrato per quattro mesi consecutivi dati positivi: cos'è e come utilizzarlo per le nostre strategie.

leggi

Halving Bitcoin 2024: l'impatto sul prezzo e il tema della scalabilità