BTCSentinel.com
di
14/06/2023, 12:41:00

Care Sentinelle,
l'UE sta cambiando marcia nei confronti del mercato delle criptovalute e sta preparando un piano che renderà la vita un po' più difficile ai fornitori di servizi di cripto-asset.

Ma cosa significa esattamente questo per il trader medio? Andiamo a scoprirlo insieme.

BTCSentinel.com: segui oltre 160 criptovalute nel modo più efficace

La decisione dell'UE

L'Unione Europea ha deciso che, a partire dal 1 Gennaio 2026, i fornitori di servizi di cripto-asset dovranno riferire all'UE le transazioni in crypto dei propri clienti. Questoa scelta rientra nell’ambito della segnalazione e lo scambio automatico di informazioni (AEOI) sui proventi delle transazioni di criptovalute, una misura che il Consiglio dei ministri dell’Unione europea ha preso in considerazione per modificare la direttiva esistente.

In sostanza, i fornitori di servizi di cripto-asset dovranno condurre procedure di "due diligence" sui clienti. Se siete nuovi a questo termine, in pratica significa un'indagine, un controllo o una revisione eseguita per confermare fatti o dettagli di una questione in esame. Nel contesto di questa direttiva, la due diligence includerà un esame dei documenti finanziari.

Che impatto avrà chi compra e vende criptovalute

Questo cambiamento avrà un impatto diretto su chi compra e vende criptovalute. I fornitori di servizi di cripto-asset dovranno segnalare una gamma di transazioni ai rispettivi stati membri dell'UE, tra cui le operazioni con stablecoin, token di moneta elettronica e alcuni token non fungibili.

La motivazione dietro a questa decisione è garantire un'efficace riscossione delle imposte, visto che la natura decentralizzata delle cripto-attività ha reso difficile una valutazione sulla conformità fiscale.

Chi non dovesse rispettare questa normativa sarà soggetto a pesanti sanzioni, che possono andare dai 50.000 euro in su, a seconda del fatturato annuo. Gli Stati membri avranno tempo fino al 31 dicembre 2025 per adattarsi a queste nuove regole, che entreranno in vigore il 1° gennaio 2026.

Cos'è ... ? Le terminologie usate nell'articolo

Per facilitare la comprensione, ecco un breve glossario dei termini tecnici usati nell'articolo:

  • Cripto-asset: un cripto asset è un tipo di asset digitale che utilizza la crittografia per garantire transazioni sicure e controllare la creazione di nuove unità.
  • Due diligence: questo termine si riferisce all'insieme di investigazioni e verifiche effettuate da un'entità prima di firmare un contratto con un'altra entità. Nel contesto delle criptovalute, si tratta di un controllo approfondito dei documenti finanziari e delle transazioni.
  • AEOI (Automatic Exchange of Information): uno scambio di informazioni tra i Paesi dell'UE che permette di condividere dati finanziari dei cittadini in modo da prevenire l'evasione fiscale.
  • Stablecoin: la stablecoin è un tipo di criptovaluta che ha il suo valore legato a un asset "stabile", come il dollaro o l'euro, al fine di ridurre la volatilità.
  • Token di moneta elettronica: token digitali che rappresentano una certa quantità di valuta fiat (come il dollaro o l'euro) e che possono essere usati per effettuare transazioni online.
  • Token non fungibili (NFT): gli NFT sono unici e non possono essere sostituiti con nessun altro token. Sono spesso usati per rappresentare la proprietà di beni digitali unici, come le opere d'arte digitali.

Con queste nuove regole in arrivo, il mondo delle criptovalute potrebbe sembrare più complicato di prima. Ma non temete, Sentinelle. Mantenete la calma, restate informati e continuate a monitorare l'andamento delle vostre criptovalute preferite con BTCSentinel.

Potrebbe interessarti anche:

DISCLAIMER
Le informazioni del Sito non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio e non sono volte a promuovere alcuna forma di investimento o commercio, né a promuovere o collocare strumenti finanziari o servizi di investimento o prodotti/servizi bancari/finanziari.

Top & Flop

segnali crypto

I migliori guadagni e le peggiori perdite dell'ultima ora

3,78%
DDX
3,63%
DDX
3,47%
MPL
3,12%
GFI
3,06%
RLY
-5,31%
CVC
-4,56%
NCT
-2,98%
-2,95%
-2,49%

Leggi anche

Buongiorno Crypto domenica 14 aprile 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto sabato 13 aprile 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Tassazione criptovalute 2024: come dichiarare criptovalute in F24
Buongiorno Crypto venerdì 12 aprile 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto giovedì 11 aprile 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto mercoledì 10 aprile 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore