BTCSentinel.com
di
21/03/2024, 15:07:00

OKX, nota piattaforma di scambio di criptovalute, ha annunciato la chiusura dei suoi servizi in India, e con una nota ha invitato i suoi utenti a ritirare i fondi entro il 30 aprile. Questa decisione arriva in seguito alle azioni regolatorie intraprese dal Financial Intelligence Unit (FIU) del Ministero delle Finanze indiano, che circa tre mesi fa ha emesso avvisi di non conformità a nove exchange stranieri, inclusa OKX.

Proprio nella giornata di oggi, 21 marzo, OKX ha comunicato ai suoi utenti indiani la necessità di chiudere i conti e riscattare i fondi prima della data limite, indicando le difficoltà regolatorie locali come motivo principale di questa scelta.

Dopo che il Ministero dell'Informatica e della Tecnologia ha bloccato i siti web degli exchange cripto che avevano ricevuto gli avvisi, su richiesta dell'FIU, OKX ha tentato di adeguarsi introducendo un nuovo processo di registrazione che includeva controlli Know Your Customer (KYC) più stringenti. Sulla base dell'annuncio, però, è evidente che l'exchange abbia alla fine deciso di non continuare la sua operatività in India.

Nonostante il mercato in forte crescita, l'India rappresenta un terreno complesso per gli exchange cripto stranieri a causa dell'assenza di linee guida regolatorie chiare e delle rigide azioni governative. Anche se le discussioni su un quadro regolatorio sono in corso da ormai quasi quattro anni, il governo indiano non ha mostrato intenzioni di riconoscere o regolamentare legalmente il nascente mercato delle criptovalute.

Mentre non esiste una tempistica definita per l'introduzione di regolamentazioni formali per le criptovalute in India, l'elevata tassazione del 30% sui redditi cripto, senza possibilità di compensare le perdite, insieme a una tassa del 1% alla fonte (TDS) su ogni transazione cripto, ha spinto diversi operatori a trasferire la loro base in altre nazioni.

Il Ministro delle Finanze indiano ha recentemente dichiarato che il governo non può trattare le criptovalute alla stessa stregua delle valute fiat, motivo per cui non è stata ancora definita una struttura regolatoria chiara. In effetti si tratta di una posizione che rispecchia le idee di molti enti governativi in tutto il mondo, che non riguarda direttamente la regolamentazione del mercato delle criptovalute, ma piuttosto la richiesta di regole chiare simili a quelle del mercato azionario tradizionale.

DISCLAIMER
Le informazioni del Sito non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio e non sono volte a promuovere alcuna forma di investimento o commercio, né a promuovere o collocare strumenti finanziari o servizi di investimento o prodotti/servizi bancari/finanziari.

Top & Flop

segnali crypto

I migliori guadagni e le peggiori perdite dell'ultima ora

3,15%
VGX
1,53%
SYN
1,49%
1,40%
1,34%
-3,70%
KNC
-1,90%
-1,56%
-1,44%
LPT
-1,37%

Leggi anche

Buongiorno Crypto domenica 16 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto sabato 15 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto venerdì 14 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto giovedì 13 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto mercoledì 12 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore
Buongiorno Crypto martedì 11 giugno 2024: il Crypto Sentiment delle ultime 24 ore