La Russia si dice aperta alla vendita di gas naturale in cambio di Bitcoin e oro

25/03/2022 12:30:00

Sommario:

La Russia sta valutando l'ipotesi di accettare Bitcoin come pagamento per le sue esportazioni di risorse naturali.

La Russia starebbe valutando l'ipotesi di accettare Bitcoin come pagamento per le sue esportazioni di risorse naturali.
Come riporta anche BBC News, è quanto ha affermato giovedì il Presidente del Comitato per l'Energia del Congresso del paese, Pavel Zavalny, in una conferenza stampa.

Zavalny ha spiegato che la Russia è aperta ad accettare anche valute diverse per le sue esportazioni di gas naturale e di altre risorse naturali a seconda del metodo di pagamento preferito dall'acquirente.
Tuttavia, il Presidente ha affermato che i termini dipenderanno dallo stato delle relazioni con la Russia del Paese importatore.

"Quando si tratta di paesi 'amici', come Cina o Turchia, che non ci fanno pressioni, allora vogliamo offrire loro la possibilità di pagare in valute nazionali, come rubli e yuan" - ha detto Zavalny durante la stampa conferenza - "Con la Turchia, possono essere lire e rubli. Se vogliono Bitcoin, scambieremo in Bitcoin."

La dichiarazione di Zavalny arriva sulla scia dei commenti del presidente Vladimir Putin di mercoledì che ha chiesto che i paesi "ostili" paghino per il gas russo in rubli. Il messaggio di Putin era chiaro, ma ora Usa e Europa stanno dibattendo per capire se sia possibile per la Russia modificare unilateralmente i contratti esistenti concordati in euro.

Il presidente della commissione per l'energia della Duma di Stato ha aggiuno che il Paese dovrebbe accettare anche l'oro in cambio di risorse naturali.

La Russia aperta ad accettare Bitcoin significa un importante cambiamento di direzione, dato che Putin l'anno scorso aveva respinto questa possibilità in un'intervista all'evento "Russian Energy Week" a Mosca.

All'epoca, riferendosi a Bitcoin affermò: "Credo che abbia valore, ma non credo che possa essere utilizzato nel commercio di petrolio".
Ora la Russia potrebbe eventualmente condurre scambi pilota con le parti interessate e gettare le basi per una tendenza imminente in cui le nazioni scelgono di negoziare nel sistema monetario globale apolide.

Questa notizia, chiaramente, ha contribuito a spingere Bitcoin ed Ether al livello più alto dall'inizio della guerra in Ucraina.

Ecco, infatti, il grafico che mostra la spinta al rialzo che Bitcoin ha avuto dopo queste dichiarazioni:

 

La Russia pronta ad accettare Bitcoin in cambio delle risorse naturali che esporta: gas in cambio di Bitcoin.
In questo grafico si nota la spinta rialzista d Bitcoin dopo la notizia (Fonte: BTCSentinel.com)

 

 

DISCLAIMER
Le informazioni del Sito non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio e non sono volte a promuovere alcuna forma di investimento o commercio, né a promuovere o collocare strumenti finanziari o servizi di investimento o prodotti/servizi bancari/finanziari.

BTCSentinel Telegram

Leggi anche

Parliamo della settimana nel mondo crypto: questa ore 20.00, Segnali Crypto Week 48
Secondo quanto pubblicato da Santiment, le balene Bitcoin (BTC) potrebbero essere tornate ad accumulare
Halving che cos'è e l'impatto sul mercato di Bitcoin: l'halving spiegato in modo semplice
L'halving di Bitcoin si avvicina: secondo Pantera Capital il prezzo potrebbe arrivare a $149.000
Grayscale afferma che fornire la prova delle riserve minaccia la sicurezza dei suoi clienti
Il domino nel mercato crypto causato dal crollo di FTX: giù Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute importanti
Wallet Ledger Nano S Plus e Nano X in offerta su Amazon