Legge di Bilancio 2023: la tassazione sulle criptovalute con la nuova manovra

25/11/2022 10:08:00

Sommario:

Trasparenza, legalità e chiare norme da cui attingere. Nella bozza della legge di bilancio 2023 sono tre le leggi riguardanti le crypto su cui si mette le mani.

Nella bozza della legge di bilancio 2023 il Governo di Giorgia Meloni ha messo mano anche al settore delle criptovalute: nel nuovo DDL Bilancio approvato dal Cdm (la cui bozza potete trovare cliccando qui) la manovra da 35 miliardi in cui il mondo crypto viene toccato sotto la definizione "Valutazione cripto-attività".

Per Bitcoin, Ethereum e tutte le altre criptovalute, sono principalmente tre le leggi su cui si mette le mani:

TUIR – Testo unico delle imposte sui redditi

D.P.R., 22/12/1986 n° 917, G.U. 31/12/1986 in vigore dal 1° gennaio 2022.

DECRETO LEGISLATIVO 21 novembre 1997, n. 461

Riordino della disciplina tributaria dei redditi di capitale e dei redditi diversi, a norma dell'articolo 3, comma 160, della legge 23 dicembre 1996, n. 662.

DECRETO-LEGGE 28 giugno 1990, n. 167

Rilevazione a fini fiscali di taluni trasferimenti da e per l'estero di denaro, titoli e valori.

Cosa comporta la bozza della nuova legge di bilancio per chi possiede criptovalute?

In questo modo viene dato il benvenuto alle cripto valute, riconoscendo così la loro esistenza. Proprio in questi giorni difficili del mondo delle criptovalute, aiuta a capire che il problema è nella regolamentazione e non nel prodotto. Prodotto e tecnologia che sono, invece, nati con il destino a cambiare le regole del gioco finanziario.

La normativa inquadra le criptovalute come qualsiasi altro asset, aggiungendo la parola cripto-asset a prassi fiscali consolidate, come ad esempio la tassazione separata, il riporto delle minusvalenze e mettendo una soglia (€ 2.000,00 euro), decisamente meno conveniente rispetto ai 51.645,69 di deposito, attualmente in vigore, sopra la quale si deve applicare l’imposta.

Ci dice come valutarle, come e quando tassarle (anche nei bilancio delle società).

Si può rideterminare il valore, così come è stato permesso per le quote sociali e i terreni, con un aliquota del 14% sull’intero nuovo valore, non consentendo però il realizzo di minusvalenze.

Si permette di regolarizzare le posizioni di chi non le ha indicate nella dichiarazione dei redditi con una sanzione per omessa indicazione dello 0,5% per ciascun anno e per chi inoltre aveva realizzato redditi si aggiunge il 3,5%  come imposta sostitutiva.

Non solo tassazione ma anche la segnalazione e identificazione di chi effettua trasferimenti in determinate circostanze.

Nei prossimi giorni pubblicheremo ulteriori aggiornamenti.

DISCLAIMER
Le informazioni del Sito non costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio e non sono volte a promuovere alcuna forma di investimento o commercio, né a promuovere o collocare strumenti finanziari o servizi di investimento o prodotti/servizi bancari/finanziari.

BTCSentinel Telegram

Leggi anche

Segnali Crypto Week 47: crypto nella Bozza di Bilancio 2023, Comitato FTX, analisi del mercato e molto altro
Wallet Ledger Nano S Plus e Nano X in offerta su Amazon